COVID-19
Seguici su Facebook
3920777456
prenotazioni@teatrogasparrini.it
Via degli Impianti Sportivi, 1, 62010 Appignano (MC)
Stagione teatrale

Una montagna di stronzate

sab 8 feb 2020

Una montagna di stronzate

Il protagonista di "Una montagna di stronzate" se ne sta seduto sul divano: ce lo troviamo addormentato all'inizio e ci rimane inchiodato per tutto il tempo. Sgranocchia patatine, fuma la sua sigaretta elettronica e segue le partite che ha scommesso nella schedina.
E mentre le partite e la fortuna fanno il loro corso, lui parla, un po' di tutto, saltando da un argomento a un altro e certe volte pare commuoversi e svelare un lato di sé più profondo, che nasconde lui da piccolo, in macchina coi suoi la domenica, quando si sentiva sempre quella canzone dei Dire Straits e lui faceva finta di suonare la chitarra perché si sentiva un Sultano dello Swing.
Per la maggior parte del tempo, però, racconta una montagna di stronzate, come per riempirsi la bocca e la testa, così da non pensare a Elena che l'ha lasciato, al lavoro che non c'è, a tutte le ragazzine che gli scrivono su Messenger e hanno la metà dei suoi anni, a Gianni che non lo ascolta più e a tutte le cose che ti incasinano la vita senza avvisarti mai.

LEONARDO ACCATTOLI
Maceratese di nascita, si è diplomato alla Scuola Holden di Torino - Corso di Fondamenta dello Storytelling.
Nel 2014 ha fondato la Dibbuk Produzioni, una piccola casa di produzione cinematografica.
Sceneggiatore e autore, per il cinema e per il teatro.
Nel 2016 "Colazione sull'erba", un corto da lui scritto e prodotto per la regia di Edoardo Ferraro, è stato selezionato alla 31.Settimana Internazionale della Critica del Festival del Cinema di Venezia.

STEFANO TOSONI
Stefano Tosoni nasce il 29 Maggio del 1976 a Porto San Giorgio, nelle Marche.
Laureato in economia e diplomato al Teatro Stabile delle Marche, è cofondatore della Compagnia Vicolo Corto/Hangar Cult Lab.
Inizia la sua esperienza teatrale con il teatro ragazzi (Teatro del Canguro di Ancona), lavora per diversi anni con la Compagnia Pantakin da Venezia, approfondendo lo studio della maschera e della Commedia dell’Arte sotto la guida dell’attore-regista Michele Modesto Casarin. Prende parte a diversi spettacoli tra cui “IL CORVO – Favola in Maschera”, vincitore del Leoncino d’Oro come miglior spettacolo del 38° Festival Internazionale del Teatro de la Biennale di Venezia.
Nel 2002 viene scelto personalmente da Carlo Cecchi per il cast dei suoi “SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE”. Con lui proseguirà fino al 2006 la sua esperienza nel teatro di prosa, con diverse tournèe italiane ed estere.
Incontra il teatro d’avanguardia e il teatro off: lavora con il regista palermitano Claudio Collovà come attore ed aiuto-regista nello spettacolo “DONNE IN TEMPO DI GUERRA” (Festival Inteatro di Polverigi, Teatro Garibaldi di Palermo, Festival Unidram diPostdam). Lavora con il CRT di Milano, facendo parte del cast di “PICCOLO MONDO ALPINO”, vincitore del Premio Kantor 2011, regia di Marta Dalla Via (Premio scenario 2013 e premio Hystrio 2014).
Negli ultimi anni collabora continuativamente e felicemente con Synergie Teatrali di Ascoli Piceno e sotto la guida del regista-attore Stefano Artissunch.
Scrive e dirige “BOX LIFE” della Compagnia Vicolo Corto e fonda insieme alla sorella l’ass. Culturale PROSCENIO. Scrive, dirige e interpreta alcune opere della compagnia : “ASSOLUZIONE DI UN AMORE” in collaborazione con il Centro Studi Piero Calamandrei, che grazie anche a questo lavoro vince il premio Franco Enriquez 2012 per il teatro civile; “VOLEVO SOLO FARE AMLETO” che vince nel 2013 il bando game per compagnia marchigiani emergenti e viene prodotto dal Teatro Stabile delle Marche e “GOAL!” che nel 2014 è stato il vincitore del Contest romano “Teatrando in volo”. Nel 2015 scrive e dirige “EDERA VELENOSA” e “L’AMORE E’ CHECOV“, di cui è anche protagonista.
Nel 2016 e’vincitore del premio “Luigi Vannucchi” Attore Doc 2016.
Stefano lavora inoltre per il cinema, la televisione e spettacoli di stand-up comedy